Processo di verniciatura alla nitrocellulosa.

Il seguente tutorial spiega in dettaglio come realizzare una finitura nitrocellulosica traslucida con i prodotti Nitorlack, sia a spruzzo che a spruzzo. In basso puoi vedere un video esplicativo e c’è anche un link per scaricare il tutorial in PDF.

PREPARAZIONE DEL LEGNO

Il legno deve essere privo di macchie e macchie.

Carteggiatura con grana P 240 e P400 Levigare nel senso della fibratura fino a quando non rimangono segni visibili di carteggiatura.

Elimina la repulsione. Inumidire leggermente il legno con un panno umido e, quando sarà asciutto, utilizzare molto delicatamente una carta vetrata fine fino a quando la superficie non sarà nuovamente liscia. La carta vetrata tirerà fuori le fibre sollevate, il che non sarà più un problema. Una carteggiatura molto dura rilascerà nuove fibre e l’operazione dovrà essere ripetuta. In ogni caso, il processo può essere ripetuto, per essere sicuri che il repellente sia stato completamente eliminato.

Puoi trovare tutta la carta vetrata di cui hai bisogno qui

SFONDO – Nitorlack PRIMER

Lo sfondo è lo strato di vernice che costituirà la base della finitura, fornendo una superficie uniforme.
Levigeremo con graniglia P800 tra le mani. Si consiglia l’applicazione minima di 3 mani. Applicheremo il prodotto fino a quando non vedremo che non ci sono imperfezioni, è perfettamente livellato e il poro del legno è completamente chiuso.
Il numero di strati e la quantità di prodotto da applicare dipenderà dal poro del legno, un mogano non è uguale ad un acero, ma generalmente con 2 o 3 spruzzi ne abbiamo abbastanza e nel caso dell’applicazione a spruzzo con 1 litro possiamo completare correttamente il processo in background e avremo abbastanza per un po ‘di chitarra in più.
Puoi trovare il background nitrocellulosico qui.
FINITURA – Nitorlack LACQUER

Il processo di applicazione della finitura è lo stesso del primer. Applichiamo le mani di finitura carteggiando tra loro con P800, lasciando asciugare 24 ore tra le mani. Si consiglia di applicare un minimo di 3 mani.
La finitura NITORLACK è pronta all’uso, tuttavia la viscosità può essere regolata con un solvente MEDIO. Se si lavora in ambienti particolarmente caldi e umidi e per evitare “velature” nella vernice, è necessario applicare il solvente RETARD. La percentuale da diluire è solitamente del 10%. Puoi trovare il solvente qui.
In caso di applicazione con finitura a spruzzo NITORLACK, il processo di applicazione è lo stesso di una pistola a spruzzo.
Applicare da 2 a 3 mani al giorno con 1 o 2 ore di attesa tra le mani. Si tenga presente che mano a mano che si applicano le mani nello stesso giorno, il tempo di asciugatura aumenta, poiché la mano precedente non è completamente asciutta quando si applica quella successiva. L’asciugatura che avviene tra un giorno e l’altro rende nuovamente breve il tempo di asciugatura della prima mano del giorno successivo.
Applicare da 6 a 9 mani, da 4 a 7 se si desidera una finitura particolarmente fine oa “poro aperto”
Con 2 o 3 spray di finitura NITORLACK LACQUER è sufficiente per una chitarra, nel caso di una lattina se verrà applicata con una pistola a spruzzo da 1 litro possiamo terminare correttamente il processo di sottofondo e avremo abbastanza per qualche chitarre in più .
Puoi trovare la finitura NITORLACK LACQUER, lucida o opaca qui
LEVIGATURA E LUCIDATURA

Lasciare “asciugare” la finitura per 3 o 4 settimane, preferibilmente in un luogo ventilato e asciutto.
Carteggiare progressivamente con carta vetrata a base acqua P1200 – P1500 e P2000 per eliminare imperfezioni, polvere, buccia d’arancia ecc.
Quando abbiamo la superficie perfetta, dobbiamo lucidare utilizzando il RHYNOPOLISH POLISH COMPOUND PLUS – TAGLIARE E LUCIDARE IN 1 PASSO con la spugna lucidante BIANCA.
Applicare lo smalto sulla spugna e lucidare senza premere troppo ed evitando di surriscaldare la finitura.
Con questo processo è sufficiente ottenere una lucentezza a specchio ma se vogliamo una lucentezza superiore con un alto grado di protezione possiamo utilizzare il secondo passaggio RINOPOLISH POLISH HIGH-GLOSS PLUS – LUCENTEZZA E PROTEZIONE con la spugna NERA.
Puoi trovare la carta vetrata qui e le spugne e i lucidi qui
Suggerimenti e trucchi generali:

Una finitura con chitarre Lacquer “Nitorlack”, a seconda di fattori come se il legno è macchiato o meno, e quanti strati di colore sono dati, dovrebbe avere un totale di 6-10 mani in totale, contando sfondo – colore – finitura, con un minimo di 4 mani di finitura traslucida. Questo darà uno spessore approssimativo di 150 micron (0,15 mm) a seconda di quanto viene levigato, quanta vernice viene applicata a ciascuna mano e quale spessore di finitura si desidera. Se uno strumento non è stato rifinito in anticipo, si consiglia di applicare dalle 9 alle 12 mani, in questo modo sarete sicuri di non carteggiare o lucidare eccessivamente la finitura, lasciando le parti con legno “nudo”. Man mano che si acquisisce maggiore esperienza con il prodotto e il metodo di finitura, saranno necessarie meno mani e sarà possibile ottenere finiture più fini.

Se si decide di non utilizzare un primer, è possibile applicare una prima mano di Lacquer “Nitorlak” per chitarre diluito al 50% in solvente 540421, questa mano dovrà “bagnare” il legno e penetrarlo, favorendo l’aderenza delle successive finiture finali. .

Se si desidera un aspetto “a poro aperto”, il prodotto può essere diluito per applicare meno solidi a ciascuna mano. Tuttavia, si deve tener conto che le possibilità di “gocce” o “gocciolamenti” sono aumentate e che il